Campo Sabaudia- 18/19/20 Ottobre 2017-–IC Parco degli Acquedotti-SCUOLA MEDIA BELLINI-classi 1 e 2 H

TERZO GIORNO

Eccoci qui, il campo è finito in un turbinio di emozioni. I vostri giovani impavidi saranno già sotto le coperte, è stata una giornata entusiasmante ma faticosa.

Sono riusciti a sconfiggere 5 orchi molto particolari, a recuperare il cuore oscuro e a salvare la natura. Hanno stretto legami, si sono detti reciprocamente tantissime cose ed hanno appreso come vivere  in gruppo e quanto questo li può arricchire.

Vi lasciamo alcuni stralci della riflessione finale, con la speranza che queste parole li accompagnino nel corso del loro anno scolastico insieme.

Un caro saluto ai ragazzi della 1 e 2 H e ai docenti che li hanno accompagnati in questa avventura con coraggio, cuore e passione.

Lo staff del Kamaleonte

Ho scoperto che…

Unione fa la forza

Superare le proprie paure

Fare una squadra

Essere un gruppo per unirci

Ho scoperto che so ascoltare se voglio ascoltare

Sofia è molto attenta e premurosa, mi sono sentita protetta

Io mi sento libera: senza limiti

 

Ho scoperto che alcune persone sono miei amici veri. Marco

Ho imparato a conoscere più a fondo quelli che prima erano solo conoscenti. Sabina

Il coraggio degli altri ne da tanto anche a me. Leo

Io ho imparato che ho più coraggio di quanto pensassi. Andrea

Quando le persone le conosci veramente scopri che sono tutt’altro rispetto a come le immaginavi. Bonnie

La libertà ci consente di scoprire la vera natura di una persona. Federico

I miei amici mi hanno fatto scoprire di essere meno timido di quanto credevo. Francesco

Mi sono sempre sottovalutata, qui ho scoperto che invece sono molto competente e capace in tante cose.

Ho imparato a relazionarmi meglio grazie al contatto con gli altri. Sarà

Ho imparato a convivere in un gruppo e sono stata contenta di aver fatto nuove conoscenze. Greta

Mi è piaciuto rafforzare le amicizie che avevo prima. Alessio

Stare uniti è importante, non bisogna litigare per delle sciocchezze Leonardo

Le persone vanno viste da punti di vista diversi; soffermarsi su un unico giudizio non ci permette di scoprirle. Quello che è il comportamento esteriore non corrisponde sempre all’interiorità di chi consideriamo.
L’esperienza ci ha dato modo di mettere in mostra lati/aspetti mai visti e considerati. Sofia

Ho scoperto di avere delle emozioni e “delle ghiandole che mi fanno piangere”. Chi pensavo fosse chiuso, ho scoperto essere invece una persona piena di emozioni. Marco

Beatrice: ho scoperto che Sabina è una mia amica e che balla molto bene.

Leonardo: Simone è veramente simpatico, l’ho conosciuto meglio stando in stanza con lui. Non pensavo fosse così.

Sofia: Ho scoperto che Sofia è più fragile di quanto lasci vedere.

Greta: grazie all’essere stati in gruppi ho scoperto cose che non avrei mai confidato ad altre persone e in altre situazioni.

 

Il mio impegno.

Mi impegno a non lasciar indietro il compagno

Mi impegno a far diventare la mia classe fiera di sé

Mi impegno ad aiutare i miei amici

 

SECONDO GIORNO

Cari genitori,
anche questo secondo giorno è volato tra gioie e lacrime. Di nuovo i giovani impavidi si sono sfidati in prove fisiche e d’astuzia contro temibili orchi, ma anche molto di più. Infatti è stata una giornata ricca di esperienze dalle quali i vostri ragazzi hanno saputo apprendere molto di se stessi e dagli altri.
Tutto è cominciato quando stamattina si sono messi alla prova con sfide alquanto particolari in giro per la città. Hanno tradotto un messaggio dall’antica lingua runica che li ha condotti direttamente sul lago di Paola, dove il drago Shellob aveva deposto uno strano uovo da recuperare.
Come una caccia al tesoro all’interno dell’uovo c’erano nuove indicazioni per andare ad affrontare non uno…ma due orchi, gemelli! Uno più brutto dell’altro. Dopo aver vinto la battaglia e un meritato ristoro, i giovani guerrieri sono tornati a sfidarsi, ma stavolta su un altro livello, attraverso la creta plasmandola secondo le loro emozioni ed i loro pensieri.
Ora, semplicemente, lasceremo che siano i veri protagonisti a raccontarci questa storia con le loro parole.

– Cari genitori questi giorni stanno passando molto velocemente. Ci stiamo divertendo tantissimo. Le giornate sono sempre molto impegnative ma ci divertiamo sempre. Come gruppo Sicuramente ci siamo uniti molto punto sarebbe stato meglio se i giorni fossero stati di più ma va bene anche così. Questi giorni qui sono sempre molto emozionante. Sto trascorrendo bellissimi momenti. Ciao, ci vediamo presto
Sara

– Qui al camposcuola Stiamo imparando molto sugli altri e su noi stessi. Abbiamo imparato a stare insieme e a conoscerci. A volte pensiamo di conoscere benissimo una persona, ma è veramente così?
Sabina

– Ciao sono federico. Vi sto scrivendo dall’albergo… visto che non ho molto tempo accorcio. Oggi siamo andati al lago a fare tipo rafting, bello. Poi siamo andati in città e ci avevano detto di chiedere delle cose a dei passanti. Abbiamo vinto noi. È nulla, abbiamo fatto questo punto mi dispiace che domani me ne andrò via ma fa nulla. Ci vediamo domani… Ciao!

– Oggi è stata una giornata molto emozionante. Per prima cosa siamo andati a Sabaudia e avevamo cinque prove da superare. Infine qui in hotel ci hanno fatto bendare e abbiamo ascoltato la musica. Ci siamo confrontati e abbiamo espresso le proprie emozioni.

– Cari genitori ci siamo divertiti abbiamo riso e pianto però ci siamo rialzati più forti di prima. Ci piace stare insieme giocare. Un saluto da tutti noi.
Federico Bonifaci, Alessandro,Andrea Face, Marco regoli

– Con la creta ho rappresentato un contenitore in cui mettere tutte le mie emozioni e sensazioni che ho provato in questi giorni.

– Ho rappresentato un albero perché durante questa esperienza mi sono sentito veramente forte e ho capito che ci vuole molto coraggio ad avere coraggio, Ad essere forte. Ho dato coraggio anche agli altri e mi sono sentito più coraggioso.Non mi era mai capitato prima.

– Ho rappresentato tre palline con la creta. La prima rappresentava la mia paura la seconda la mia forza e la terza la mia rabbia. Queste sono le emozioni che ho provato in questi giorni.

PRIMO GIORNO

Buonasera genitori.
Il primo giorno di questa nuova avventura è giunta al termine. Oggi, i vostri figli, hanno ricevuto il benvenuto nella Terra di Arda. Lì, ad accoglierli c’era un misterioso personaggio: la Principessa Ghildes. Una principessa che vive da sempre questo luogo magico e che adesso ha bisogno del loro aiuto per recuperare il cuore oscuro, ormai nelle mani del potentissimo Melkor. Ognuno di loro ha riacquistato la sua vera identità. Da questo momento nella Terra di Arda vivono Elfi, Nani e Hobbit.
Con enorme coraggio e forza hanno ridonato bellezza ai rifugi, creato un motto e affrontato prove di addestramento che hanno reso loro ancora più audaci e uniti.
In seguito all’addestramento, hanno affrontato un orco riuscendo a sconfiggerlo. Vittoriosi e felici sono giunti in albergo. Si sono sistemati nelle loro stanze e, divisi per classi hanno raccontato ai loro compagni tutte le emozioni che provate nella giornata di oggi.


Vi riportiamo alcune parole scritte da loro: serenità, squadra, felicità, lavoro di gruppo, libertà, curiosità, stare insieme, fiducia, coraggio, altruismo, armonia, forza, paura, scoperta, inclusione…

L’INCONTRO CON LA PRINCIPESSA GHILDES.
E’ stato magico quell’incontro. Lorenzo

Per me è stato molto bello incontrare la principessa perché mi sono molto divertito.

È stato bellissimo incontrare la principessa e imparare a scoprire la Terra di Arda.

COSTRUIAMO I RIFUGI E ADDESTRIAMOCI NELLA TERRA DI ARDA
Questa esperienza mi è piaciuta tantissimo. È stata super emozionante e divertente.

E’ stato meraviglioso fare lavoro di squadra .E’ stato fortissimo.
Oggi mi sono divertita molto. Forza nani.

E’ stato molto divertente costruire i rifugi. Un’esperienza unica.

Costruire i rifugi è stato molto bello perché sono stata insieme ai miei compagni e ci siamo aiutati.

Le prove di addestramento sono state emozionanti per me. Ho imparato a fidarmi dei miei compagni e a fare lavoro di squadra.

Mi è piaciuto molto affrontare le prove perché ho capito che posso fidarmi della mia compagna e che sono bravo a lavorare con gli altri.

Oggi ho capito di essere molto più coraggiosa di quanto pensassi.

LA BATTAGLIA DELLE RUNE
E’ stato bellissimo scappare dall’orco urlando. E’ stato stupendo.

Ho cercato di fare la coraggiosa e mi sono divertita moltissimo.

Ho avuto una grande paura perché non volevo che l’orco mi attaccasse, ma allo stesso tempo divertito. E’ stata una bella giornata.

Mamma, è stata una bellissima giornata. L’orco mi ha fatto quasi morire d’infarto ma sono viva ( almeno credo).

E’ stato bellissimo scappare dall’orco. Ho avuto veramente tanto coraggio.

Annunci

3 risposte a "Campo Sabaudia- 18/19/20 Ottobre 2017-–IC Parco degli Acquedotti-SCUOLA MEDIA BELLINI-classi 1 e 2 H"

  1. Mara 19 ottobre 2017 / 4:33 am

    Buongiorno Staff,
    Quando verrà caricato sul blog il materiale fotografico?
    Grazie

    Mi piace

  2. Cinzia 19 ottobre 2017 / 5:14 am

    Bellissimo leggere i commenti. ..Nelle loro frasi sento anche le urla gli schiamazzi. .le risate. ..bellissima l opportunità esperienziale.

    Mi piace

  3. Serena Lanuti 19 ottobre 2017 / 3:35 pm

    Bellissimo! Come già detto, quando organizzate questa gita anche per i genitori? 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...