Camposcuola Salvo D’Acquisto Monte Amiata 3b-c-d

Eccoci al tanto atteso campo Amiata! La scuola Salvo d’Acquisto è al secondo anno di campi… e i ragazzi oggi si sono mostrati desiderosi di iniziare l’avventura… nonostante la stanchezza per il lungo viaggio in pullman!… ma eccovi la descrizione della giornata…

DSCN5325

…scesi dal pullman i ragazzi hanno esplorato Abbadia San Salvatore e il suo borgo medievale.

Poi di corsa la museo minerario dove ci hanno accolto due guide speciali: Massimo e soprattutto Paolo… un ex minatore che ha condiviso con noi la sua esperienza di minatore, entrando nel profondo di tutte le sue emozioni, sensazioni e ricordi! qualcosa di veramente commoventi e toccante… tanto che anche i ragazzi sono rimasti colpiti a tal punto da condividere poi con noi le seguenti riflessioni:

– L’ emozione che ho provato in miniera è la tristezza, mi ha ricordato i tanti i miei giorni passati in ospedale e tutte le persone che stavano peggio di me.

– Una cosa che mi ha colpito è stata detto da Paolo : ” Non voglio disturbare, non voglio privarvi della vostra felicità”. Lui dice di non essere un eroe ma non si rende ben conto di cio che è, perché lui e tutti i minatori sono più che eroi.

– La cosa che mi è piaciuta di più è stata l’applauso che Paolo ha chiesto per le persone, ovvero i suoi compagni che sono morti in miniera. Aurora

– Ho provato tristezza la stessa sensazione del giorno in cui che ho preso mio padre.

– Mi ha fatto provare una sensazione di paura  il fatto che Paolo sia stato chiuso in miniera per 24 giorni.

– Ho adorato il fatto che dopo tutto cio che la miniera gli ha fatto patire ( a Paolo e a tutti gli altri minatori ) lui riesce ancora a parlarne con orgoglio. Riesce ancora ad emozionarsi quando ricorda momenti sia belli che brutti, più brutti che belli. Mi è piaciuto anche il fatto che in quei momenti in cui non sai se torenerai a casa si crea una famiglia alternativa che diventa come una seconda famiglia. Gaia.

– Paolo mi ha fatto capire le sue esperienze vissute, Massimo invece mi ha fatto capire i pericoli della miniera.

– Ero molto contento! Secondo me questo non è uno dei lavori di cui si parla molto ! e raccontare la sua vita e le sue esperienze sul lavoro è stato molto bello. Grazie al lavoro suo e quello dei suoi amici ha mandato avanti la città e le generazioni.

– La cosa che mi ha maggiormente colpito sono le condizioni in cui lavoravano i minatori: a 40° vestiti con due stracci leggeri privi di sicurezza e al buio più totale.

– L’ esperienza di Paolo mi ha colpito molto perché è stata dolorosa ma bella. Vorrei provarla.

– Mi ha colpito molto l’ aiuto reciproco che i compagni minatori si davano dentro la miniera.

– Dentro la miniera al buio ho provato disorientamento ed ho capito come ci si sente soli senza riferimento

 

– Il lavoro faticoso, sporco, con rischi per la salute e molti pericoli che potrebbero causare la morte o far rimanere al buio per giorni i minatori, solo per riuscire a vivere.

– Mi ha stupito che paolo alla nostra età già andasse in miniera a lavorare per mantenere la famiglia.

– L’esperienza di oggi è stata toccante, mi ha colpito il fatto che i padri di famiglia andavano a fare il lavoro che metteva in pericolo la loro vita per portare i soldi a casa.

–  La visita alla miniera è stata emozionante ho provato molta tristezza soprattutto nel momento al buio perché mi ha fatto capire cosa prova la mia amica non vedente.

SECONDO GIORNO:

IMG-20150422-WA0000

Giornata indescrivibile.. emozioni e sensazioni in libertà! un esplosione di momenti significativi, limiti superati e paure affrontate! i ragazzi si sono cimentati al parco avventura e in attività di scoperta e fiducia nel bosco… esperienze decisamente nuove e profonde!

PICCOLI MOMENTI DI CRESCITA

– Per me è stata significativa l’esperienza di questa mattina, dove abbiamo affrontato il parco avventura. E’ stata un esperienza che mi ha messo a dura prova con l’altezza, una mia grande paura. Aurora

– Situazioni di richiesta di aiuto e sostegno. Scambi di consigli e di emozioni. Sorrisi, tanti sorrisi. Prof Antonella

– in questa giornata mi hanno colpito particolarmente due cose: quando mi hanno guidata nel bosco mentre ero bendata. Li ho capito che mi posso fidare degli altri e che con gli altri sensi si possa conoscere più affondo una cosa e magari non fermarsi solo all’apparenza. L’altra situazione che mi ha colpito è stato il parco avventura: essere a conoscenza degli ostacoli che posso superare, e andare avanti, un po come nella vita. (scusate gli errori 🙂 ). Chiara.

– Il silenzio è una sensazione che mi ha colpito molto, non solo perché non sono abituato, ma soprattutto perché sono riuscito a trovare la pace interiore che non si trova quando si parla. Naturalmente il silenzio è durato poco in quanto sono caduto dal dirupo, in una vertiginosa discesa. Samuele.

– Oggi è stata una bella giornata perché mi sono messo alla prova ed ho capito che la fiducia tra due persone è una bella cosa.Vale.

– Uno dei tanti momenti emozionanti di questa giornata è stato il parco avventura. Non è stato solo un momento divertente ma anche e soprattutto di “fiducia”, squadra e unione; perché è grazie all’incoraggiamento che sono riuscita ad andare avanti.Valeria.

– Per me un momento significativo è stato quando ci hanno fatto mettere singolarmente a pensare quello che potevamo aver capito in questi due giorni, ma soprattutto il silenzio che vagava in quell’aria diventava da una parte bello perché riuscivi a sentire tutti i suoni naturali, ma inquietante perché non essendo abituati a questo ci sembrava strano. Edoardo

Mi ha emozionato il parco avventura dove si doveva dimostrare coraggio, capacità, equilibrio e l’amicizia tra compagni nell’aiutarsi l’uno con l’altro come abbiamo fatto io Samuele e Matteo. Mi è piaciuta la parte quando ci dovevamo fidare l’uno dell’altro, ho trovato un nuovo amico ed è stato bello dal punto di vista fisico, mentale e spirituale. Angelo

A me ha colpito di più il gioco della fiducia perché sono riuscita a fidarmi subito della mia compagna nonostante io sia inciampata un paio di volte, all’inizio. Mi ha colpito tanto perché di solito io non riesco a fidarmi subito.

Un momento significativo di questa giornata per me è stato nel bosco, quando ero bendata e Sara nel gioco di fiducia, la mia compagna, mi guidava. Anche se non ci conoscevamo molto bene sono riuscita a fidarmi di lei, cosa che non faccio quasi mai in un ambiente completamente sconosciuto per entrambe. Quest’esperienza mi ha insegnato che so fidarmi degli altri e che senza vedere con gli occhi si vede più in profondità e non solo fisicamente, superficialmente. Percepisci meglio tutti i suoni e gli odori.

Nel percorso avventura quando avevo paura i miei compagni mi aiutavano a a continuare con le parole e quindi mi incoraggiavano. Carlotta Galli

Goditi le cose semplici, so’ quelle più importanti. Elisa

A me è piaciuto anche se all’inizio ero spaventata a fare il parco avventura e mi sono divertito anche a fare il gioco della benda e quindi ho imparato a non fidarmi solo dei miei amici ma pure di altre persone e mi sono divertito a fare il gioco del sù e giù.

Per me è stato significativa la mattinata dove abbiamo fatto il parco avventura. Non avrei mai creduto che sarei riuscita a superare una prova del genere. Quando sono rimasta lì ferma per paura di cadere sono entrata nel panico e mi ha fatto piacere sapere che anche grazie all’aiuto di Rachele, Aurora, le prof., Martina, Laura, Matteo, sia riuscita a farmi forza e a fidarmi degli altri e di me stessa. Gaia

Mi sono buttata, per me è tanto.

Oggi ho avuto paura ma sono riuscita ad andare avanti. Rispetto all’anno scorso sto imparando a a buttarmi di più.

Senza la vista ho imparato a conoscere le cose in modo diverso.

Avercela fatto mi ha reso orgoglioso.

Il silenzio del bosco mi ha messo pace e tranquillità.

Nel gioco della fiducia si sono presi cura di me.

Soffro di vertigini ma aver superato il percorso mi ha fatto capire che posso farcela nelle difficoltà.

Per me la parola di oggi è conoscenza. Ci conoscevamo ma solo di vista. In questi giorni ho scoperto cose nuove e mi sono sfidata. Micaela.

Oggi è stato emozionante, ho superato la mia paura dell’altezza facendo i percorsi del parco avventura. Costantino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...